PagoPA per RGS


PagoPA per RGS



È in linea la nuova sezione “pagoPA per RGS”, dedicata all’integrazione dei servizi di pagamento per le sanzioni derivanti dalla violazione delle disposizioni antiriciclaggio. (MEF – Comunicato 12 maggio 2021)

Alle Ragionerie territoriali dello Stato (RTS) è attribuita la competenza in materia di procedimenti sanzionatori per violazione delle disposizioni antiriciclaggio. Le Ragionerie territoriali dello Stato preposte allo svolgimento dei procedimenti sanzionatori sono ventidue.
Ai suddetti procedimenti si applicano le disposizioni relative alle sanzioni amministrative.
Per l’espletamento di tale attività, le RTS si avvalgono dell’applicativo SIVARGS. Gli importi relativi alle oblazioni e alle sanzioni amministrative irrogate dalle RTS vengono attualmente pagati mediante bollettino postale o bonifico bancario.
Il Codice dell’amministrazione digitale, ha previsto, in capo alle pubbliche amministrazioni, ai gestori di pubblici servizi e alle società a controllo pubblico, l’obbligo di accettare i pagamenti spettanti a qualsiasi titolo attraverso sistemi di pagamento elettronico. In virtù di quanto previsto, le pubbliche amministrazioni, al fine di consentire i pagamenti digitali da parte dei cittadini sono tenute, entro il 28 febbraio 2021, ad integrare la piattaforma pagoPA nei sistemi di incasso per la riscossione delle proprie entrate. Con riferimento ai procedimenti sanzionatori antiriciclaggio svolti dalle RTS, per consentire ai soggetti incolpati di optare per la soluzione di pagamento tramite questo nuovo canale, viene resa disponibile la sezione “pagoPA per RGS”, che costituisce così una modalità di pagamento ulteriore rispetto al bonifico bancario e al bollettino postale attualmente in uso.
I soggetti incolpati saranno informati della possibilità di pagamento attraverso la nuove modalità digitale tramite comunicazione predisposta mediante il sistema SIVARGS