Obblighi del committente sui compensi degli eredi


In materia di compensi percepiti dagli eredi, fornite precisazioni sugli obblighi di regolarizzazione e di fatturazione elettronica del committente (Agenzia delle Entrate – Risposta 14 maggio 2021, n. 344).

All’atto di assolvere il debito maturato dalla società fallita nei confronti di un professionista deceduto, gli eredi si trovano nell’impossibilità di emettere la fattura necessaria ai fini del pagamento del compenso professionale, poiché la partita IVA del professionista defunto risulta cessata.
Nel caso di specie, dunque, se la partita IVA del cedente/prestatore non è cessata da più di cinque anni il curatore potrà emettere un’autofattura elettronica tramite SDI;diversamente dovrà ricorrere all’autofattura cartacea, versando all’erario l’IVA relativa al compenso pagato, con la conseguenza che agli eredi andrà versato il corrispettivo al netto dell’imposta.